Affare Osimhen: De Laurentiis sottolinea che l’operazione è stata condotta da altri. Un messaggio a Giuntoli?

Il presidente del Napoli, De Laurentiis, ha parlato alla Procura riguardo all’affare Osimhen e ha indirectamente accusato il direttore sportivo Giuntoli. Le sue dichiarazioni riportate dal Corriere della Sera indicano che non è stato lui a gestire direttamente la trattativa, ma che ha solo approvato le decisioni una volta che erano state prese. Ha sottolineato inoltre che se ci sono contestazioni riguardo all’affare, queste dovrebbero essere mosse verso altri membri dello staff, come appunto Giuntoli.

Queste dichiarazioni sollevano dubbi su come sia stato gestito l’affare Osimhen e potrebbero mettere in difficoltà il direttore sportivo del Napoli. Resta da capire che tipo di conseguenze potrebbero derivare da questa situazione e se ci saranno ulteriori indagini sulla gestione delle trattative da parte del club partenopeo.

Sarà interessante seguire gli sviluppi di questa vicenda e vedere se ci saranno conseguenze legali o disciplinari per Giuntoli o per altri membri dello staff del Napoli. Resta comunque evidente che De Laurentiis ha voluto chiarire la sua posizione riguardo all’affare Osimhen e mettere in luce che la responsabilità di eventuali errori non ricade su di lui.