La stella dell’Arsenal spiega perché era ‘un po’ deluso’ dopo la sua prestazione da uomo partita | Calcio

Emile Smith Rowe e Martin Odegaard sono stati eccezionali nella vittoria per 2-0 dell’Arsenal contro il Luton Town (Immagine: Getty). Anche se Emile Smith Rowe potrebbe essere uscito con il premio di uomo partita dopo la vittoria per 2-0 dell’Arsenal contro il Luton Town la scorsa notte, il preferito dai tifosi ha ammesso di essere rimasto comunque con un senso di “delusione”. È stato un’altra stagione difficile per il laureato dell’Hale End Academy che è stato costretto ad aspettare le opportunità per entrare in una squadra che sta nuovamente lottando per il titolo della Premier League. Dato il brutale calendario dell’Arsenal, Mikel Arteta ha deciso di ruotare la sua squadra per la partita di ieri contro i minacciati Hatters e ha apportato cinque cambi rispetto alla squadra che ha ottenuto un pareggio lodevole contro il Manchester City all’Etihad lo scorso weekend. Smith Rowe è stato il principale beneficiario di quella decisione e l’internazionale inglese ha impressionato al suo primo start dopo la vittoria per 2-1 contro il Nottingham Forest a gennaio. Il 23enne ha ricompensato la fiducia del suo allenatore producendo una performance completa ed è stato coinvolto in entrambi i gol del primo tempo che hanno contribuito a far tornare i Gunners in cima alla classifica, anche se hanno giocato una partita in più rispetto al Liverpool. Nonostante la sua performance molto incoraggiante che ha dato ad Arteta un promemoria tempestivo delle sue capacità, Smith Rowe è rimasto frustrato per aver lasciato scappare l’opportunità di porre fine a una lunga serie di digiuno di gol che sta per arrivare a un indesiderato anniversario di due anni. “Sono un po’ deluso di non aver segnato stasera perché è stato così tanto tempo, ma sono davvero felice di essere stato coinvolto in due gol,” ha detto. “Penso che ottenere un clean sheet fosse davvero importante per noi. Siamo entusiasti. “Mi sono davvero stancato alla fine, a essere onesti! Ovviamente ho giocato poco e credo che si veda. Sono davvero felice della mia prestazione e dei minuti stasera quindi vediamo cosa succederà.” Ha aggiunto: “È stata davvero una stagione difficile per me e per alcuni degli altri giocatori che non hanno giocato quanto avremmo voluto. È importante che siamo entrati stasera e abbiamo messo in campo una buona performance e dimostrato al manager che possiamo fare parte di questa squadra.” “Ci ha detto [che stavamo iniziando] stamattina, ma penso che mostri semplicemente la mentalità della squadra. Durante tutta la stagione, i ragazzi sono pronti a entrare e a mettere in campo una performance e penso che mostri semplicemente quanto siamo uniti come squadra – è come una famiglia. Siamo davvero felici che i giocatori possano entrare e ancora fare bene. Di questo si tratta, la forza nella profondità è davvero buona.”